Settori
Acinetobatteri

Gli Acinetobatteri sono un gruppo di batteri gram-negativi, non fermentativi appartenenti alla famiglia delle Neisseriacee. All'esterno si trovano sia nel terreno che nell'acqua, ma si possono trovare anche in ambienti indoor, laddove le condizioni di umidità lo favoriscano. Possiedono una resistenza relativa, tuttavia sono in grado di sopravvivere per giorni o settimane in condizioni di asciutto.
Delle molte e differenti specie di Acinetobatteri, quello rilevato più di frequente è l'Acinetobacter baumanii.
Almeno il 25% delle persone sane, trasporta questi batteri sulla pelle, cin qualità di  colonizzatori innocui . Le infezioni contratte in comunità od ospedali sono relativamente rare, tuttavia possono assumere carattere grave, allorché, nei pazienti infettati, preesistano patologie serie.
 Eventuali epidemie di Acinetobacter sono difficili da fermare, all'interno delle strutture sanitarie, per i seguenti motivi:
- Gli Acinetobatteri possiedono una buona sopravvivenza, specialmente nei reparti di terapia intensiva.
- Persistono negli ambienti ospedalieri e, quindi, tendono a sviluppare resistenza verso molti (e talvolta quasi tutti) antibiotici.
Di conseguenza, le infezioni da Acinetobacter coinvolgono sempre di più epidemiologi ed addetti al controllo del infezioni.
Nel corso di un'epidemia, pazienti ed operatori sanitari possono essere colonizzati dall'Acinetobacter. I batteri possono tuttavia persistere sulla cute senza causare alcuna malattia ed essere trasferiti di persona in persona tramite il contatto diretto. Il batterio può inoltre sopravvivere agevolmente, per lungo tempo, su vestiario, lenzuola e coperte, convettori ed altre superfici ambientali, compresi lavabi e maniglie.
L'Acinetobacter può causare polmoniti, batteremia (infezione del sangue) od infezioni del tratto urinario. La malattia provocata dall'Acinetobacter può assumere carattere da lieve a grave ed il alcuni casi risultare fatale. Solitamente l'infezione interessa gli organi ad alto contenuto di fluidi (es. tratto respiratorio, tratto peritoneale, tratto urinario). La gravità dell'infezione da Acinetobacter dipende dalla parte dell'organismo interessata e dalla eventuale presenza di patologie pregresse, che già compromettano la salute del paziente.
Durante gli ultimi 10 - 20 anni, alcuni ceppi di Acinetobacter, hanno sviluppato resistenza verso uno o più antibiotici. Questi sono talvolta definiti come Acinetobacter antibiotico-resistente o multiantibiotico-resistente. Tali resistenze sono più frequenti nelle strutture ospedaliere, rispetto alle comunità in generale. Le infezioni da Acinetobacter resistente, potrebbero richiedere un minor ricorso ai comuni antibiotici e privilegiare specifiche attività di prevenzione, a tutela degli altri pazienti e degli operatori sanitari.

Il Virkon è di provata efficacia contro l'Acinetobacter.
Considerata la sua natura molto resistente, la decontaminazione delle superfici con una soluzione di Virkon all'1%, limiterà le infezioni da Acinetobacter.

Test di efficacia del Virkon

ORGANISMOGENERE              COMMENTIDILUIZIONE
Acinetobacter anitratusaIsolamento clinicoSurface Disinfection Test1:100
Actinobacillus pleuropneumoniaeUK1:200
Actinobacillus pleuropenumoniaeJapan1:200
Actinobacillus pleuropneumoniaeATCC 43336AOAC Use Diluition Test1:100

A cura di: Dr. Vince Croud Technical Director Antec International Limited