Settori
Candida

La Candidiasi è un'infezione provocata da molte specie del genere Candida, microrganismi appartenenti al gruppo Fungi Imperfecti.
Durante il loro ciclo vitale, assumono svariate forme. Una di queste, quella di "lievito ovale", è l'origine del termine "infezione di lievito" con il quale, talvolta, si usa definire la candidasi. Le stesse specie di Candida che causano infezioni, sono in grado di risiedere, innocuamente, in posti come bocca, tratto intestinale, e vagina, dove fanno parte della normale flora microbica.
Di tutte le specie, la Candida albicans è, negli esseri umani, la più frequente causa di candidiasi.

La Candida non costituisce un problema finché, un cambiamento nell'equilibrio chimico del cavo orale, del tratto gastro-intestinale o della vagina, favorisce lo sviluppo della Candida, rispetto agli altri microrganismi residenti. Cambiamento che può verificarsi a seguito di una cura con antibiotici o di altro trattamento farmacologico come la chemioterapia. La candidasi può anche essere determinata da alcune altre situazioni cliniche come, il diabete, l'abuso di droghe, malnutrizione e come conseguenza di uno stato di immunodeficienza legata a vecchiaia od ad un'infezione come l'AIDS.
Quando la Candida si riproduce, può dar luogo a infezioni sintomatiche della bocca, dell'intestino, della vagina o della pelle. Le infezioni di bocca o vagina sono chiamate comunemente mughetto o moniliasi. Le vaginiti causate dalla Candida, colpiscono spesso donne che assumono pillole anticoncezionali od antibiotici. Tra gli individui che fanno uso di droghe per via endovenosa, l'infezione da Candida può trasformarsi in infiammazione della valvola cardiaca.

I sintomi sono di varia natura, a seconda della parte del corpo interessata.
Nella bocca, la moniliasi orale provoca pustole, e diventa un problema più importante negli individui affetti da HIV ed in quelli con un sistema immunitario compromesso. Nelle persone adulte, la moniliasi può dar luogo ad una spiacevole sensazione di bruciore in bocca ed in gola.
Nell'intestino, l'infezione provoca una compromissione delle funzioni gastriche.
Sulla pelle, l'infezione produce irritazione cutanea (può causare un esantema).
Nella vagina, provoca prurito e perdite biancastre con un odore forte e tipico.

La Candida è presente nel cavo orale di almeno metà della popolazione mondiale.
Tutti coloro i quali portano una protesi dentale, contrarranno la Candida, senza per questo, però, soffrire di alcuna malattia. Tuttavia, gli individui la cui protesi non è ben fissata, possono procurarsi delle lesioni alle membrane mucose della bocca e queste possono agire quali vie di accesso per la Candida. Le persone che soffrono di questo problema, hanno spesso, sulle labbra, dei piccoli puntini umidi di colore rosa pallido, conosciuti come cheilite angolare.
La candidasi può affliggere i bambini in più fasi della loro crescita. Più del 5% dei neonati, anche se  in buone condizioni di salute, può sviluppare la candidiasi orale (mughetto). Una madre con un'"infezione di lievito" vaginale in atto può, ad esempio, trasmettere l'infezione durante il parto.
La stessa "infezione di lievito" vaginale, è una forma di candidasi che può interessare più del 75% delle ragazze dopo la pubertà.

Le infezioni da Candida sono invece un grave problema nei bambini prematuri ed in quelli sofferenti di cancro, HIV, o debolezza del sistema immunitario. In questi bambini, la Candida di può diffondersi attraverso il sangue e colpire i polmoni, il cervello, la milza, le reni ed il fegato.

Nelle strutture sanitarie, si può prevenire l'infezione da Candida, attraverso un'accurata attenzione su intravenose, cateteri uretrali ed igiene cutanea.
Una profilassi con sostanze antifungine, previene l'infezione in quelle persone con il sistema immunitario compromesso.

La Candida è la quarta causa di infezioni nosocomiali del flusso sanguigno, nell'intera popolazione l'incidenza è di 8 casi su 100.000 e risulta ancora maggiore nei neonati. Le infezioni da Candida possono essere efficacemente trattate con un'adeguata terapia antifungina.
Tuttavia se non viene trattata convenientemente, il tasso di mortalità raggiunge il 40% nell'infezioni diffuse attraverso il flusso sanguigno.
Il Virkon ed il PeraSafe sono stati testati e si sono dimostrati efficaci contro le specie di Candida.

Test di efficacia Virkon


ORGANISMOGENEREMETODODILUIZIONEPAESE
Candida albicansStrain IFO 15941:1600Japan
Candida albicansStrain NCTC 31791:100England
Candida albicans1:100Greece
Candida albicansDutch 5-5-5 Protocol1:100Belgium
Candida albicans1:50Greece
Candida albicansSurface test - instruments1:100Scotland
Candida albicans10 strains1:200Italy
Candida albicansATCC 10231DGHM Protocol1:100Germany
Candida albicansLMFL 985AFNOR NF T 72-2011:100Portugal
Candida albicans5 strainsSuspension Test1:200Italy
Candida albicansMIC Test1:200Italy
Candida albicansSuspension Test (dirty)1:200Italy
Candida albicans2 strainsSuspension Test (dirty)1:200Italy
Candida albicansClinical strainMIC Test1:200Italy
Candida albicansClinical strainSuspension Test (dirty)1:200Italy
Candida albicansATCC 10231Suspension Test1:100Italy
Candida albicans6 strainsIn-use capacity test1:200Nigeria
Candida albicansgbl 648AOAC protocol1:100USA
Candida albicansATCC 10231European Suspension Test1:33England
Candida crusei2 strains1:200Italy
Candida crusei2 strainsSuspension Test1:200Italy
Candida parapsilosis4 strainsSuspension Test1:200Italy
Candida tropicalis2 strains1:200Italy
Candida tropicalis2 strainsSuspension Test1:200Italy


Test di efficacia PeraSafe
 
ORGANISMOGENEREMETODODILUIZIONE
Candida albicansNCIMB 50010PrEN1657, 5 minute contact time, >log4 reduction achieved16,2 gr/lt

A cura di:
Dr. Vince Croud, Technical Director, Human Health, Antec International Ltd