Settori
Paramyxovirus

La famiglia Paramyxoviridae è classificata in due sottofamiglie, Paramyxoviridae e Pneumoviridae. Queste due sottofamiglie sono ulteriormente divise in Generi come riportato di seguito:

SOTTOFAMIGLIAGENERESPECIE UMANE
ParamyxoviridaeParamyxovirusParainfluenza umana virus tipo 1 e 3
RubulavirusParainfluenza umana virus tipo 2, 4a e 4b; virus parotite
MorbillivirusVirus del morbillo
PneumonaviridaePneumovirusVirus respiratorio sinciziale umano

I virus della famiglia Paramyxoviridae di maggior interesse per gli esseri umani sono, il virus del morbillo, il virus della parotite, il virus della parainfluenza (tipi 1, 2,3,4a e 4b) ed il virus respiratorio sinciziale. Tutti i virus della famiglia Paramyxoviridae sono diffusi per via respiratoria e sono altamente contagiosi.
I paramyxovirus umani sono degli importanti patogeni e causano, di frequente, malattie respiratorie nei bambini. Almeno la metà dei casi di bronchiti, laringiti e polmoniti infantili, è provocata dai virus della parainfluenza e da quello respiratorio sinciziale.
Sebbene morbillo e parotite continuino a rappresentare un importante problema in tutto il mondo, nelle nazioni industrializzate la loro incidenza è notevolmente diminuita grazie alle campagne di immunizzazione. Tuttavia, nei paesi in via di sviluppo, il morbillo rimane la maggior causa di morte fra i bambini denutriti - si ritiene che nei Paesi del Terzo Mondo, ogni anno muoia più di un milioni di bambini.
L'infezione viene facilmente contratta attraverso l'inoculazione del virus in occhi, bocca o naso, veicolato da mani contaminate o droplet infettivo, durante contatti interpersonali ravvicinati. I virus restano infettivi sulle superfici per parecchie ore ed il contatto con le superfici contaminate provoca l'infezione.
La malattia causata dal virus del morbillo, ha tipicamente inizio con febbre, congiuntivite, rinorrea e tosse, cui segue la comparsa di rash (macchioline lisce) che inizia sul capo per poi scendere verso torace, tronco ed arti. Le macchioline quindi si raggruppano in chiazze più grandi, che possono essere lente a scomparire. Due gravi complicazioni del morbillo sono l'encefalite post-infettiva (infiammazione dell'encefalo) che si verifica nella percentuale di 1 caso su 1.000 e la panencefalite subacuta sclerosante (SSPE).
Quest'ultima, che è un disordine del cervello causato da un edema, si verifica in 1 caso su 300.000. L'encefalite post-infettiva si sviluppa di solito durante la prima settimana dopo la comparsa del rash ed ha un tasso di mortalità del 15%, i sopravvissuti rimarranno con problemi di tipo neurologico. L'SSPE invece, si manifesta alcuni anni (generalmente 7-10) dopo l'infezione con il virus del morbillo ed è sempre fatale.
La parotite (orecchioni) è una malattia provocata da un virus, in grado di infettare molte parti dell'organismo, specialmente le ghiandole salivari parotidee, che producono la saliva per la bocca. Durante la malattia, le ghiandole parotidee si ingrossano progressivamente per un periodo cha va 1 a 3 giorni, e diventano doloranti. Il dolore è più intenso quando si muovono le mandibole o durante la deglutizione. Oltre all'ingrossamento delle ghiandole, spesso si manifesta anche febbre, mal di testa e perdita di appetito.
In due casi su tre, sono colpite dall'infezione le ghiandole parotidee di entrambi i lati, destro e sinistro, uno dei quali si ingrossa alcuni giorni prima dell'altro. In alcuni rari casi, il virus può attaccare altre ghiandole salivari al posto delle parotidee. Se ciò accade, il gonfiore ed il dolore può localizzarsi sotto la lingua, sotto la mascella, oppure il tutta la zona sottostante alla parte superiore del torace. Più raramente si può verificare un interessamento del sistema nervoso centrale, del pancreas e di altri organi. Nei soggetti maschi adulti, sia giovani che anziani, la parotite può causare un'orchite, un infiammazione dei testicoli che, può condurre ad una ridotta capacità di produzione dello sperma, in via definitiva.
La parotite può anche causare encefaliti o meningiti (infiammazione del cervello o della corteccia cerebrale). Il virus può attaccare anche il pancreas o, nelle donne, le ovaie, causando dolori addominali.
In alcuni casi, i sintomi possono essere così lievi da non far sospettare alcuna infezione. I medici ritengono che almeno una persona su quattro possa contrarre la parotite senza manifestare alcun sintomo.
I virus della Parainfluenza sono, per gli esseri umani, dei comuni patogeni che provocano infezioni minori del tratto respiratorio, sono caratterizzate da rinorrea, gola arrossata, leggera febbre e bronchite. Nei bambini dai 6 mesi ai 5 anni, i virus Parainfluenza sono la causa più comune di laringite. La laringite è caratterizzata da febbre, tosse, difficoltà respiratoria e stridio (un suono sibilante simile ad un grido, che rappresenta il segnale di un'ostruzione delle prime vie respiratorie). In casi estremi può anche presentarsi un'ostruzione laringale. I virus della parainfluenza sono pure in grado di causare bronchioliti o polmoniti nei bambini al di sotto dei 6 mesi di vita. È bene precisare che laringite e polmonite insorgono in solo il 2-3% dei casi.
Il Virus Respiratorio Sinciziale (RSV), è un'importante patogeno per gli infanti. Sebbene si presenti solitamente con febbre, infiammazione nasale e/o gola arrossata ed interessi successivamente l'orecchio interno, l'RSV causa gravi complicazioni in circa l'1% dei bambini. La gravi infezioni da RSV sono caratterizzate da una tosse pronunciata, respiro affannoso che si trasforma eventualmente in dispnea, (respiro doloroso) alta frequenza respiratoria ed ipossemia (ridotta concentrazione di ossigeno nel sangue). La morte colpisce circa l'1% dei bimbi che hanno contratto la malattia in forma grave è può essere molto rapida. Anche anziani e immuno-compromessi, sono soggetti a rischio per l'infezione da RSV.
La diffusione delle infezioni da paramyxovirus, può essere limitata dalla disinfezione delle superfici. Il Virkon è di provata efficacia contro i paramyxoviridae.

Test di efficacia del Virkon

ORGANISMOGENERECOMMENTIDILUIZIONEPAESE
Morbillo virus (rubeola)M135F13A1:250Nigeria
Avian paramyxovirus 11:200Egitto
Avian paramyxovirus 1UK MAFF Approval1:280UK
Avian paramyxovirus 15% equine serum1:100USA
Avian paramyxovirus 1Contaminated wood1:100Canada
Parainfluenza virusATCC VR-281EPA DIS/TSS-71:100USA
Parainfluenza 5ATCC VR-666USA EPA Approval1:100USA

A cura di:
Dr. Vince Croud Technical Director Antec International Limited