Settori
Salmonella

La Salmonella è una della maggiori cause di avvelenamento da cibo, in tutto il mondo. Nei soli Stati Uniti, sono approssimativamente stimati in 40.000 i casi di salmonellosi (la malattia provocata dalla salmonella). E, considerato che sono moltissimi i casi di media gravità che non vengono né diagnosticati né rendicontati, il numero delle infezioni potrebbe essere anche trenta o più volte maggiore.
La salmonella è un batterio mobile (capace di movimenti spontanei), di forma allungata. Fanno eccezione la Salmonella gallinarum e la Salmonella pullorum che non sono mobili. La Salmonella è un batterio Gram-negativo, non sporigeno. Il numero di ceppi conosciuti (tecnicamente definiti serotipi) di questi batteri è superiore a 2300.
La dose minima infettante può essere inferiore a 15-20 cellule. La sensibilità individuale dipende dall'età e dalla natura del ceppo di Salmonella.
La maggior parte delle persone infettate dalla Salmonella sviluppa diarrea, febbre e crampi addominali, dalle 12 alle 72 ore dopo il contagio. La malattia ha una durata che varia dai 4 ai 7 giorni e la maggioranza delle persone recupera pienamente, senza trattamenti particolari. Tuttavia, in taluni individui, la diarrea è così grave, da richiedere il ricovero ospedaliero. In questi pazienti, la Salmonella può trasferirsi dall'intestino al flusso sanguigno, quindi, infettare altri organi e, se non trattata prontamente con antibiotici, può provocare la morte. Gli anziani, i neonati e gli individui con un sistema immunitario danneggiato, sono i soggetti a maggior rischio di contrarre la malattia, in forma grave. Gli ammalati di AIDS soffrono frequentemente di salmonellosi (circa 20 volte di più rispetto al resto della popolazione) ed hanno episodi ricorrenti.
Le persone che hanno sofferto di diarrea, solitamente hanno un completo recupero, sebbene possano essere necessari parecchi mesi prima di riacquistare le normali abitudini intestinali. Un ristretto numero di persone, infettate dalla Salmonella, potranno anche sviluppare dolori articolari, irritazione oculare e minzione dolorosa. Questi sintomi sono identificati col nome di Sindrome di Reiter. Può durare per mesi od anni e si può anche trasformare in artrite cronica, molto difficile da curare. I trattamenti antibiotici non influiscono sul fatto che sul paziente insorga, o meno, l'artrite in una fase successiva.
La Salmonella typhi e paratyphi provocano, negli esseri umani, la febbre tifoide o paratifoide. Sono in grado di infettare vari organi, causando gravi lesioni, il tasso di mortalità della febbre tifoide è del 10%, paragonato a meno dell'1% della maggior parte delle forme di salmonellosi.
La Salmonella vive nel tratto intestinale degli esseri umani e di altri animali, compresi gli uccelli. Si trasmette agli esseri umani attraverso alimenti contaminati da feci animali. Gli alimenti contaminati sono solitamente di origine animale, come carne bovina, pollame, latte, uova, comunque tutto il cibo può essere contaminato, compresa la verdura. Uno studio condotto nel 1990, ha dimostrato come, ad esempio, circa il 50% del pollame sia fresco che congelato, contenga dei batteri. La carne cruda di molti animali è in origine contaminata ma, fortunatamente, la cottura distrugge la Salmonella. Gli alimenti si possono contaminare anche venendo a contatto con le mani non lavate di un operatore infetto, che ha trascurato di farlo dopo l'uso del bagno.

Le contaminazioni crociate negli alimenti dovrebbero essere evitate. Si dovrebbe tenere la carne cruda in un luogo separato dal cibo cotto e da quello pronto per il consumo. Mani, taglieri, banconi e altri utensili, dopo essere venuti a contatto con cibo non cotto, dovrebbero essere adeguatamente lavati. La disinfezione delle superfici di preparazione dei cibi, dei lavelli ecc. potrà poi, prevenire le infezioni crociate.
Il Virkon ed il PeraSafe sono stati testati e si sono dimostrati efficaci contro varie specie di Salmonella. Il Virkon in soluzione all'1% è facile e sicuro da usare per la disinfezione delle superfici, inoltre pulisce e disinfetta in un solo passaggio. Il PeraSafe, nella sua qualità di agente sterilizzante, è attivo contro la Salmonella sia in condizioni di "pulito" che di "sporco". Entrambe le soluzioni rispettano l'ambiente.

Test di efficacia Virkon

ORGANISMOGENEREMETODODILUIZIONEPAESE
Salmonella choleraesiusATCC 10708 and 23564AOAC detergent sanitiser test, AOAC EPA DIS/TIS 1 &21:100USA & UK
Salmonella enteritidisATCC 13076 and Phage Type 4AOAC EPA DIS/TIS 1 & 2 and suspension tests1:100 & 1:150USA, UK, Italy
Salmonella grp CSurface test - instruments and Kelsey Sykes in-use test1:100Scotland
Salmonella heidelbergModified Kelsey Sykes 5 % yeast1:15Denmark
Salmonella indianaModified Kelsey Sykes 5 % yeast1:15Denmark
Salmonella IlanddorfModified Kelsey Sykes 5 % yeast1:15Denmark
Salmonella montevideoModified Kelsey Sykes 5 % yeast1:15 to 1:500Denmark
Salmonella thomasvilleModified Kelsey Sykes 5 % yeast1:200Denmark
Salmonella typhimuriumVarious including ATCC 13311, NIPM 900716, DT 104 and strain HT-29 studies in total including DGHM suspension and surface tests, modified Kelsey Sykes and AOAC protocol1:100 to 0:500Various
Salmonella sppVarious strainsMIC test1:800Italy


Test di efficacia PeraSafe

ORGANISMOGENEREMETODODILUIZIONERIDUZIONE
Salmonella typhimuriumDT 104prEN1656, 5 minute contact time16.2 g/l5 log
Salmonella typhimuriumPhage type 104EN 1276:1997, clean and dirty conditions16.2 g/l5 log

A cura di:
Dr. Vince Croud, Technical Director, Human Health, Antec International Ltd