Settori
Shighella

La Shigellosi è una malattia infettiva causata da un gruppo di batteri chiamato Shigelle. I sintomi tipici sono diarrea, febbre e crampi allo stomaco, che si manifestano uno o due giorni dopo dall’esposizione al batterio. La diarrea è spesso sanguinolenta. Dalla Shigellosi, di solito, si guarisce dopo 5/7 giorni. In alcune persone, specialmente nei bambini o negli anziani, la diarrea può assumere una forma talmente acuta da richiedere il ricovero in ospedale. Alcune persone possono essere portatori sani di Shigellosi e, quindi, pur non manifestando i sintomi della malattia, possono trasmetterla ad altri.
Ci sono diversi generi di batteri Shigella. La Shigella sonnei, conosciuta anche come “Gruppo D” Shigella. Un secondo tipo, la Shigella flexneri o “Gruppo B” Shigella. Altri tipi di Shigella sono rari in paesi come, ad esempio, gli Stati Uniti, benché continuino ad essere importanti causa di malattie nei paesi in via di sviluppo. Uno di questi è la Shigella dysenteriae, che causa morte repentina.
Circa il 3% delle persone infettate da Shigella flexneri sviluppa la sindrome di Reiter, che causa dolori alle articolazioni, irritazione agli occhi e minzione dolorosa. Può durare per mesi od anni e può trasformarsi in artrite cronica, malattia difficile da curare. La sindrome di Reiter è causata da una reazione all’infezione da Shigella, che si sviluppa solo nelle persone geneticamente predisposte.
Il batterio Shigella si trasmette da persona a persona. Il batterio è presente nelle feci di una persona infetta, fino ad una o due settimane dopo la sua guarigione. Molte infezioni da Shigella sono il risultato del passaggio del batterio dalle feci o dalle mani sporche di una persona, verso la bocca di un’altra. Questo avviene quando le condizioni igieniche sono inadeguate. Vittime principali sono quei bambini che non sono stati adeguatamente educati sull’igiene personale, nelle funzioni fisiologiche. I familiari e i compagni di gioco di questi bambini, sono le persone a più alto rischio d’infezione.
Le infezioni di Shigella possono essere contratte anche ingerendo cibo contaminato. Gli alimenti possono essere contaminati da colui il quale li manipola, se questi non ha un’igiene adeguata (lavaggio delle mani con il sapone dopo l’uso del bagno). Anche la a frutta e la verdura possono essere contaminate dalle mani degli operatori. Altra fonte d’infezione sono le acque infette, contaminate da canali di scolo o da individui affetti da Sighellosi che vi si bagnano.
Una corretta igiene personale è importante per contenere l’incidenza della shigellosi. È ugualmente importante sia l’igiene delle superfici a contatto con persone infette sia delle stanze dove vengono cambiati i neonati. Anche altre zone frequentate dai bambini possono essere aree infette.
Il Virkon si è dimostrato efficace contro diverse specie di Shigella. Virkon in soluzione all’1% è sicura per l’uso sia per aerosolizzazione sia per nebulizzazione sulle superfici contaminate. Pulisce e disinfetta in un'unica operazione e la soluzione è biodegradabile.

Test di efficacia del Virkon

ORGANISMOGENEREMETODODILUIZIONENAZIONE
Shigella flexneriNIPM 900213Kelsey Sykes Modificato1:200Taiwan
Shigella sonneiTest di superficie su strumentario1:150UK
Shigella sonneiKelsey Sykes test in uso1:100UK
Shigella sonneiATCC 25931Test AOAC diluizione1:100USA

A cura di:
Dr. Vince Croud Technical Director Antec International Limited